Storia del Gang Stalking

Il gang stalking o stalking di gruppo è un insieme di convinzioni persecutorie in cui le persone colpite credono di essere seguite, perseguitate e molestate da un gran numero di persone. [1] Il termine è associato alla comunità virtuale dell’individuo mirato ( TI ) formata da individui che la pensano allo stesso modo che affermano che le loro vite sono state sconvolte dall’essere perseguitati da gruppi organizzati intenti a causare loro del male.

erminologia

Il concetto di stalking è nato negli anni ’80 a seguito di una maggiore equità legale per le donne e del perseguimento della violenza domestica . Generalmente, lo stalking ha un unico autore, che a volte può reclutare altri per agire indirettamente per loro conto, di solito inconsapevolmente. A partire dai primi anni 2000, il termine gang stalking è diventato popolare per descrivere un’esperienza diversa di molestie ripetute che invece proviene da più persone che si organizzano attorno a uno scopo condiviso, senza una persona l’unico responsabile

Comunità online

Un articolo del 2016 sul New York Times stimava che più di 10.000 persone partecipassero a comunità online “organizzate attorno alla convinzione che i suoi membri siano vittime di una tentacolare cospirazione per molestare migliaia di americani comuni con armi per il controllo mentale ed eserciti di cosiddetti stalker di gruppo”. L’articolo identificava un documento del 2015 di Sheridan e James intitolato “Reclami di stalking di gruppo (“gang stalking”: uno studio esplorativo della loro natura e impatto sui denuncianti” come l’unico studio scientifico sull’argomento all’epoca. 

Esistono centinaia di queste comunità online. I notiziari hanno descritto come gruppi di utenti di Internet hanno collaborato per scambiarsi dettagliate teorie del complotto che coinvolgono lo stalking di gruppo.  Alcuni psichiatri e psicologi dicono parole donnole ] “I siti Web che amplificano i resoconti di controllo mentale e stalking di gruppo” sono “una comunità estrema che può incoraggiare il pensiero delirante” e rappresentano “un lato oscuro del social networking. Possono rafforzare il pensiero turbato dei malati di mente e impediscono il trattamento “.  Uno studio del 2020 ha stabilito un quadro per classificare ed esaminare il fenomeno degli individui con l’esperienza soggettiva di essere stalking di gruppo. Lo studio ha confermato le successive conseguenze “gravi” della loro esperienza e ha raccomandato ulteriori ricerche. 

Delirio persecutorio

Coloro che credono di essere vittime riferiscono di credere che la motivazione dello stalking di gruppo sia quella di interrompere ogni parte della loro vita. [2] Le attività coinvolte sono descritte come molestie elettroniche , l’uso di ” armi psicotroniche “, armi ad energia diretta , cyberstalking , suggestioni ipnotiche trasmesse attraverso dispositivi elettronici ad accesso remoto e altre presunte tecniche di controllo mentale . Questi sono stati segnalati da osservatori esterni come esempi di sistemi di credenze in contrasto con i resoconti di fenomeni oggettivi.  All’interno della comunità di individui presi di mira, il gang stalking è descritto come un’esperienza condivisa in cui tutti i gang stalker si coordinano per molestare gli individui e gli individui condividono le loro esperienze di vittima tra loro. 

Uno studio condotto in Australia e nel Regno Unito da Lorraine Sheridan e David James ] ha confrontato 128 vittime autodefinite di “gang stalking” con un gruppo selezionato a caso di 128 vittime autodichiarate di stalking da parte di un individuo. Tutte le 128 “vittime” di stalking di gruppo sono state giudicate deliranti, rispetto alle sole 5 vittime di stalking individuale. Ci sono state differenze molto significative tra i due campioni sui sintomi depressivi, sulla sintomatologia post-traumatica e sull’impatto negativo sulla funzione sociale e lavorativa, con le vittime autodichiarate di stalking di gruppo che sono state colpite più gravemente. Gli autori hanno concluso che “lo stalking di gruppo sembra avere una base delirante, ma i denuncianti soffrono di conseguenze psicologiche e pratiche marcate. Questo è importante nella valutazione del rischio nei casi di stalking, nel rinvio tempestivo ai servizi psichiatrici e nell’allocazione delle risorse della polizia.” 

Un rapporto ha rilevato che alcuni che affermavano di essere presi di mira hanno agito con violenza, a volte estrema. 

Scroll to Top